Marinella Rossi, arte pura con il cuore

NIDO-MARINELLA

Autentica passione e alta professionalità nell’arte del catering di livello sintetizzano solo in parte l’opera di Marinella. 

Così come la definizione di cuoca appare riduttiva, seppure accompagnata ed impreziosita da quegli aggettivi scelti per spiegarne da un lato l’eccellenza e dall’altro la poesia.

Parlare di lei è un’impresa davvero difficile, per questo ho deciso di rinunciarvi scegliendo di porre l’accento sulle emozioni.

Infatti, nell’incontro con Marinella, questo è ciò che percepisci. Il sentimento nella sua arte.

Con estrema naturale semplicità: purezza e cuore.

L’anima di Marinella è anche il suo magico spazio di Via Ampola 18 a Milano, Mari&co Foodplace.

Luogo di architettura industriale. Un laboratorio casa dove immergersi e scoprire. Ma soprattutto un luogo contagioso e virale. Una volta visto ti entra nel cuore. Uno spazio fuori dal mondo ma dentro ad un altro, migliore. L’atmosfera rapisce chiunque varchi quella piccola porta. Quel luogo, infatti, apre ad un percorso fatto da grandi stanze ed altissimi soffitti da cui pendono, indescrivibili per fascino e dimensioni, lampadari intrecciati con rami, foglie e rovi. Il sole filtra dalle enormi finestre tra naturali tende di edera cadente. Mentre cammini dimentichi e sogni. Intanto, forme e strumenti ricercati di lavoro ti seguono. Sono oggetti che Marinella ha selezionato nei suoi viaggi e che ama uno per uno. Loro si susseguono su lunghi scaffali di legno. Tutti ben catalogati. I vetri. Le ceramiche. Gli argenti. Le ceste.Tutto perfettamente curato ed ordinato in un contesto lasciato intatto, sospeso tra materiali di un tempo. Cemento, vetro e ferro.

E fuori, in giardino, la protezione su questa magia: il nido di Enrico.

Qui Marinella mette in scena, ogni volta, una cucina di ricerca che affianca a progetti ed idee. Lei è il motore di questa fucina  dove prima di tutto si percepisce il cuore. E, infatti, chi arriva, si ferma.  E anch’io non vorrei mai andarmene!

Sa’rosas ha avuto l’onore di essere accolta da Marinella per occasioni speciali ed importanti, segnando così l’evoluzione e la crescita delle rose.
Il debutto, per il salone del mobile, dei progetti: Rosetum Mundi nel 2012,  Salt Bag nel 2013,
Rosae Honor nel 2014. E per la festa del pomodoro: 2012 con Tomatoroses, 2014 con progetto olfattivo T1.

In collaborazione con Galleria L’Affiche, nel 2015 con il progetto Collari profani ornamentali  per la mostra  Cibario Banco Planetario a cura di Marinella Rossi e Adriano Mei Gentilucci. Nel 2016 con il progetto Rosarium – Semplice in mostra, Tavola Mistica, Biodiversità vegetale all’interno di Mostra Difficile a cura di Bernardo Follini.

Ah, se volete contattattarla per visitare il suo spazio scrivetele una mail

info@marienco.it 

marinella.rossi@marienco.it

IMG_1604 IMG_1601

IMG_8454

CUCINA-DOMESTICA-_-Comunicato-stampa-DEF

EXPO 2015

cibario-banco-planetario1-628x353

i ritratti di Alfred Drago Reims

 

 

IMG_8440

I giochi di parole di Raffaella Valsecchi

 

Foto-14-05-15-16-26-38

gli scaffali di Francesco Bocchini

IMG_8453

la gabbia di Vernocchi

IMG_8446

La foresta di Belli



2018_FOR YOU
Claudio Gaiaschi, artefice
Skull+rose bracelet
168 Eau de Rose. The natural harmony
2017_FOR YOU
Vai alla barra degli strumenti